ACCEDI AI CORSI
Accedi

Magistrale - Scienze della Nutrizione Umana indirizzo Nutrizione

ACCESSO

Per l'accesso alla laurea magistrale LM61 gli studenti dovranno dimostrare di possedere i requisiti curriculari (laurea triennale o altro titolo di studio equipollente anche conseguito all'estero, riconosciuto idoneo ai sensi delle leggi vigenti) e le competenze necessarie all’accesso che sono definite dal regolamento del corso di studio. In particolare, per l'accesso diretto al Corso di Studio, occorrerà aver conseguito nel corso del proprio curriculum accademico:

  • almeno 20 CFU nell'Area Biologica, Biochimica e Medico Clinica;
  • almeno 20 CFU nell'Area Giuridica, Economica e Matematico Statistica
  • almeno 20 CFU nell'Area Tecnologia sicurezza e chimica degli alimenti

È inoltre richiesto un livello B1 di Inglese.

Un'apposita Commissione effettuerà una valutazione dei titoli e delibererà se le competenze necessarie siano possedute ai fini dell’iscrizione. Nel caso le competenze siano da recuperare l’Ateneo organizzerà delle attività compensative di recupero che dovranno essere acquisite prima dell’iscrizione al corso di studi.

La verifica delle stesse avverrà tramite un test/colloquio in forma scritta o orale prima dell’iscrizione. In caso di esito positivo lo studente potrà iscriversi al corso di studi

Il richiedente è tenuto a compilare il modulo per l'ammissione al Corso e ad inviarlo al seguente indirizzo di posta elettronica: accessisnu@uniroma5.it

 

OBIETTIVI FORMATIVI

Il Corso di Laurea in Scienze della Nutrizione Umana offre insegnamenti selezionati per l’inserimento professionale del laureato e finalizzati ad un elevato livello di approfondimento delle basi conoscitive già maturate. Le materie di studio si integrano in un’ottica multidisciplinare al fine di offrire un percorso formativo che abbracci le tematiche inerenti la nutrizione in tutte le sue sfaccettature.

Nell'ambito delle discipline biomediche, i laureati magistrali di questa classe dovranno possedere conoscenze specifiche e approfondite su:

  • i principali parametri della Biochimica e della Biochimica e Biologia Molecolare Clinica collegati con il fabbisogno e il metabolismo dei nutrienti e dei non nutrienti fisiologicamente attivi, nonché utili per la valutazione dello stato nutrizionale
  • l’organizzazione cellulare e la classificazione degli organismi viventi (anche sulla base delle teorie evolutive)
  • la relazione fra nutrienti e modulazione dell'assetto genico e del proteoma, nonché gli effetti sul metabolismo cellulare di inquinanti industriali e additivi alimentari
  • la relazione fra gli alimenti e i microrganismi che in essi si sviluppano, sia dal punto di vista della loro conservazione che come veicolo di patologie e intossicazioni.

Nell'ambito delle discipline della nutrizione umana, i laureati magistrali dovranno conoscere:

  • le tecniche di valutazione dello stato nutrizionale, i concetti di dieta bilanciata e di fabbisogno nutrizionale, anche in relazione alle diverse età e condizioni dell'organismo, gli effetti metabolici delle diete ipocaloriche più diffuse,
  • il meccanismo d'azione e l'interazione dei farmaci con i nutrienti, l'azione degli integratori alimentari e dei nutraceutici, la regolazione endocrina del metabolismo, l'impatto delle malattie legate alla malnutrizione in eccesso o in difetto sulla Sanità Pubblica,
  • gli aspetti fisio-patologici dell’apparato digerente, il ruolo che esso svolge nello sviluppo delle intolleranze alimentari e la sua correlazione con le patologie e il sistema immunitario umano in quanto ospite di microrganismi probiotici.

Nell'area tecnologica e della gestione agroalimentare, i laureati dovranno conoscere:

  • la composizione degli alimenti, nonché le tecniche più avanzate per la lavorazione e la conservazione del cibo, oltre agli eventi di trasformazione chimica indotti dalla sua cottura,
  • le più comuni strumentazioni per le analisi di laboratorio e i principi su cui si basano le relative tecniche, le malattie da microrganismi trasmesse dagli animali domestici e dal terreno e causate dalle loro tossine diffuse nelle derrate alimentari,
  • le principali norme giuridiche che regolano la circolazione delle derrate a livello nazionale e comunitario.

Inoltre  i laureati magistrali dovranno conoscere:

  • l’effetto delle carenze vitaminiche sul sistema nervoso centrale e l'aspetto psicologico e psichiatrico dei disturbi del comportamento alimentare
  • le principali patologie correlate ai disturbi nutrizionali, come la malattia celiaca, la sindrome metabolica e i deficit nutrizionali
  • le nuove tecniche di Chirurgia dell'obesità e della malnutrizione conseguente ad alcuni interventi chirurgici
  • le problematiche economiche e gestionali riguardanti la sfera produttiva e il marketing delle produzioni agro-alimentari
  • la fisiologia ed interazione ambientale delle piante, in particolare di quelle di interesse alimentare
  • l'anatomia dell'apparato gastroenterico, la sua regolazione endocrina, e le sue malformazioni collegate a patologie
  • il laureato magistrale dovrà inoltre essere in grado di applicare i principali test statistici per l'elaborazione dei dati risultato di analisi cliniche o della ricerca epidemiologica.
< Indietro

Corretti stili di vita nella prevenzione per la tutela della salute

Settore scientifico disciplinare Numero crediti formativi (CFU) Docenti
MED04, MED09 4 Prof. Roberto Bei
Prof. Massimiliano Caprio

Il corso prevede l’apprendimento delle cause e i meccanismi di malattia a livello molecolare e cellulare. Le alterazioni strutturali e funzionali delle cellule e dei tessuti sono alla base delle malattie umane. La conoscenza dell’eziopatogenesi delle malattie è importante per adottare corretti stili di vita nella prevenzione delle stesse. Lo studente dovrà inoltre apprendere i meccanismi fondamentali dell’immunità innata e acquisita, delle basi molecolari della trasformazione neoplastica e delle reazioni avverse agli alimenti per l’adozione di una corretta alimentazione e stile di vita.

Gli studenti dovranno conoscere le patologie più diffuse (tumori, malattie cardiovascolari, cardiorespiratorie, diabete), al fine di attuare strategie di promozione della salute, prevenzione delle malattie e delle disabilità mediante l’individuazione dei fattori di rischio prioritari. Infine gli studenti dovranno saper somministrare l’esercizio fisico a fini preventivi e in stati patologici per ottenere il miglioramento della qualità della vita

Programma 2015/2016:

Modulo MED04 (Prof. Roberto Bei)

Concetto di malattia e stato di salute.

Concetto di Eziologia e Patogenesi. Agenti fisici e chimici come causa di malattia. Patologie da alte temperature. Ustioni. Patologie da basse temperature: congelamento. Patologie da radiazioni ionizzanti ed eccitanti. Meccanismo di azione degli agenti chimici responsabili di malattie. Agenti biologici come causa di malattia: Relazione ospite-parassita. Vie di trasmissione degli agenti infettivi. Virulenza.

Patologia cellulare: Stress cellulare Necrosi, apoptosi.

Adattamenti cellulari: Ipertrofia, iperplasia, atrofia, metaplasia.

Infiammazione. Definizione di Infiammazione. Mediatori chimici dell’infiammazione. Le cellule dell’infiammazione Infiammazione acuta. L’essudazione: diversi tipi di essudato. Chemiotassi e fagocitosi. Infiammazione cronica. Granulomi.

Immunità specifica: meccanismi di azione.

I processi riparativi e il tessuto di granulazione.

Alterazioni della termogenesi. Risposta generale dell’organismo al caldo e al freddo. Cause di Febbre. Decorso e tipi di Febbre. Le ipotermie e le ipertermie.

Oncologia. Basi molecolari della trasformazione cellulare: concetto di oncogene e antioncogene. Caratteristiche della cellula normale e trasformata. Tumori benigni e maligni. Classificazione dei tumori. Le metastasi. Stadiazione dei tumori. 

Reazioni indesiderate da alimenti: aspetti patogenetici. Allergie alimentari: patogenesi, classificazione degli allergeni alimentari. Patogenesi shock anafilattico. Malattia Celiaca.Intolleranze alimentari: patogenesi. Reazioni alimentari pseudoallergiche. Reazioni da deficit enzimatico (Favismo, Fenilchetonuria, Intolleranza al lattosio). 

Modulo MED09 (Prof. Massimiliano Caprio)

Introduzione: concetti generali di prevenzione

Sedentarietà ed effetti sulla salute

Definizione e importanze della sindrome metabolica

Diabete Mellito: inquadramento

Ruolo dell’esercizio fisico nella prevenzione del diabete

Organo adiposo, adipocita bianco, adipocita bruno

Funzioni endocrine dell’adipocita

Ultrastruttura del tessuto muscolare scheletrico

Benefici dell’attività fisica nel diabete mellito

Risposta fisiologica all’esercizio fisico

Potenziali effetti avversi dell’esercizio fisico sul paziente diabetico

Esercizio fisico e prevenzione della malattia coronarica

Scompenso cardiaco: definizione e fisiopatologia

Ruolo dell’esercizio fisico nella prevenzione e cura dello scompenso cardiaco

Attività fisica e salute dell’apparato muscolo scheletrico

Esercizio fisico e paziente anziano fragile

Testi consigliati:

-Elementi di patologia generale per corsi di laurea in professioni sanitarie. Giovanni M. Pontieri.  Abbas. Le basi dell’immunologia. Fisiopatologia del sistema immunitario o altro testo di  Immunologia e dispense che saranno fornite dal Docente.

- Position statement dell’American DiabetesAssociation (ADA) su esercizio e Diabete tipo 2

- Endocrinology of physical activity and sport – N. Constantini, A.C. Hackney Eds – Second edition

Risultati di apprendimento attesi:

- aver acquisito la conoscenza dell’eziopatogenesi delle malattie a livello cellulare e tessutale.

- aver acquisitola conoscenza dei meccanismi della risposta dell’organismo al danno.

- aver acquisito la conoscenza dei meccanismi alla base della trasformazione neoplastica

- aver acquisito la conoscenza dei meccanismi alla base delle reazioni avverse agli alimenti

- aver acquisito la conoscenza degli effetti deleteri della sedentarietà sulla salute

- aver acquisito la conoscenza della fisiopatologia delle patologie più diffuse legate alla sedentarietà

- aver acquisito la conoscenza della risposta fisiologica all’esercizio fisico

- aver acquisito la conoscenza del ruolo preventivo e terapeutico dell’attività fisica nella patologia

- aver acquisito la capacità di sintesi e correlazione tra i vari argomenti

Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente:

Tutti i contenuti trattati nell’ambito dei singoli moduli di insegnamenti costituiscono oggetto di valutazione.

In itinere e al termine del corso la valutazione delle competenze acquisite dallo studente avverrà in forma scritta o attraverso un colloquio orale.

La valutazione prevede l’identificazione del raggiungimento degli obiettivi previsti ed in particolare per ogni modulo saranno valutati:

•     il grado di acquisizione della conoscenza degli argomenti trattati

•     la capacità di sintesi e correlazione tra i vari argomenti

Come si svolge l’esame

La valutazione finale potrà avvenire in modalità scritta e/o orale nelle date d’appello previste dall’Ateneo e pubblicate attraverso in piattaforma.

Richiedi informazioni sul corso:
Magistrale - Scienze della Nutrizione Umana indirizzo Nutrizione

CONSENSO DELL’INTERESSATO AI SENSI DELL’ ART. 7, 8 E 9 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679


Ricevuta l’informativa prevista ai sensi e per gli effetti dell’artt. 13 e 14 del Regolamento UE 679/2016: