ACCEDI AI CORSI
Accedi

Magistrale - Scienze della Nutrizione Umana indirizzo Nutrizione

ACCESSO

Per l'accesso alla laurea magistrale LM61 gli studenti dovranno dimostrare di possedere i requisiti curriculari (laurea triennale o altro titolo di studio equipollente anche conseguito all'estero, riconosciuto idoneo ai sensi delle leggi vigenti) e le competenze necessarie all’accesso che sono definite dal regolamento del corso di studio. In particolare, per l'accesso diretto al Corso di Studio, occorrerà aver conseguito nel corso del proprio curriculum accademico:

  • almeno 20 CFU nell'Area Biologica, Biochimica e Medico Clinica;
  • almeno 20 CFU nell'Area Giuridica, Economica e Matematico Statistica
  • almeno 20 CFU nell'Area Tecnologia sicurezza e chimica degli alimenti

È inoltre richiesto un livello B1 di Inglese.

Un'apposita Commissione effettuerà una valutazione dei titoli e delibererà se le competenze necessarie siano possedute ai fini dell’iscrizione. Nel caso le competenze siano da recuperare l’Ateneo organizzerà delle attività compensative di recupero che dovranno essere acquisite prima dell’iscrizione al corso di studi.

La verifica delle stesse avverrà tramite un test/colloquio in forma scritta o orale prima dell’iscrizione. In caso di esito positivo lo studente potrà iscriversi al corso di studi

Il richiedente è tenuto a compilare il modulo per l'ammissione al Corso e ad inviarlo al seguente indirizzo di posta elettronica: accessisnu@uniroma5.it

 

OBIETTIVI FORMATIVI

Il Corso di Laurea in Scienze della Nutrizione Umana offre insegnamenti selezionati per l’inserimento professionale del laureato e finalizzati ad un elevato livello di approfondimento delle basi conoscitive già maturate. Le materie di studio si integrano in un’ottica multidisciplinare al fine di offrire un percorso formativo che abbracci le tematiche inerenti la nutrizione in tutte le sue sfaccettature.

Nell'ambito delle discipline biomediche, i laureati magistrali di questa classe dovranno possedere conoscenze specifiche e approfondite su:

  • i principali parametri della Biochimica e della Biochimica e Biologia Molecolare Clinica collegati con il fabbisogno e il metabolismo dei nutrienti e dei non nutrienti fisiologicamente attivi, nonché utili per la valutazione dello stato nutrizionale
  • l’organizzazione cellulare e la classificazione degli organismi viventi (anche sulla base delle teorie evolutive)
  • la relazione fra nutrienti e modulazione dell'assetto genico e del proteoma, nonché gli effetti sul metabolismo cellulare di inquinanti industriali e additivi alimentari
  • la relazione fra gli alimenti e i microrganismi che in essi si sviluppano, sia dal punto di vista della loro conservazione che come veicolo di patologie e intossicazioni.

Nell'ambito delle discipline della nutrizione umana, i laureati magistrali dovranno conoscere:

  • le tecniche di valutazione dello stato nutrizionale, i concetti di dieta bilanciata e di fabbisogno nutrizionale, anche in relazione alle diverse età e condizioni dell'organismo, gli effetti metabolici delle diete ipocaloriche più diffuse,
  • il meccanismo d'azione e l'interazione dei farmaci con i nutrienti, l'azione degli integratori alimentari e dei nutraceutici, la regolazione endocrina del metabolismo, l'impatto delle malattie legate alla malnutrizione in eccesso o in difetto sulla Sanità Pubblica,
  • gli aspetti fisio-patologici dell’apparato digerente, il ruolo che esso svolge nello sviluppo delle intolleranze alimentari e la sua correlazione con le patologie e il sistema immunitario umano in quanto ospite di microrganismi probiotici.

Nell'area tecnologica e della gestione agroalimentare, i laureati dovranno conoscere:

  • la composizione degli alimenti, nonché le tecniche più avanzate per la lavorazione e la conservazione del cibo, oltre agli eventi di trasformazione chimica indotti dalla sua cottura,
  • le più comuni strumentazioni per le analisi di laboratorio e i principi su cui si basano le relative tecniche, le malattie da microrganismi trasmesse dagli animali domestici e dal terreno e causate dalle loro tossine diffuse nelle derrate alimentari,
  • le principali norme giuridiche che regolano la circolazione delle derrate a livello nazionale e comunitario.

Inoltre  i laureati magistrali dovranno conoscere:

  • l’effetto delle carenze vitaminiche sul sistema nervoso centrale e l'aspetto psicologico e psichiatrico dei disturbi del comportamento alimentare
  • le principali patologie correlate ai disturbi nutrizionali, come la malattia celiaca, la sindrome metabolica e i deficit nutrizionali
  • le nuove tecniche di Chirurgia dell'obesità e della malnutrizione conseguente ad alcuni interventi chirurgici
  • le problematiche economiche e gestionali riguardanti la sfera produttiva e il marketing delle produzioni agro-alimentari
  • la fisiologia ed interazione ambientale delle piante, in particolare di quelle di interesse alimentare
  • l'anatomia dell'apparato gastroenterico, la sua regolazione endocrina, e le sue malformazioni collegate a patologie
  • il laureato magistrale dovrà inoltre essere in grado di applicare i principali test statistici per l'elaborazione dei dati risultato di analisi cliniche o della ricerca epidemiologica.
< Indietro

Disturbi del comportamento Alimentare e Controllo Ormonale

Settore scientifico disciplinare Numero crediti formativi (CFU) Docente
MED/13 7 Prof. Massimiliano Caprio

Obiettivi Formativi

Il corso si propone di affrontare in dettaglio la neuroendocrinologia dell'alimentazione e del controllo energetico al fine di fornire allo studente gli elementi essenziali per comprendere e analizzare i disturbi più comuni del comportamento alimentare, al fine di saper orientare correttamente il paziente verso un coportamento alimentare ed uno stile di vita più idoneo.

 

In ragione dell'analisi affrontata, il nutrizionista, pur senza entrare nella diagnostica e nella terapia che spettano al medico, dovrà apprendere gli elementi essenziali che fanno identificare, in un dato quadro di carenza nutrizionale, la presenza di disturbi del comportamento alimentare che pertengono alla sfera psichica. Lo studente dovrà apprendere i meccanismi che regolano la fame e la sazietà e che vengono alterati nell’anoressia e nella bulimia. Il corso integrato offrirà il necessario collegamento fra queste competenze e quelle offerte dai CSU di MED 13 che danno al nutrizionista l’introduzione al quadro del controllo endocrino del metabolismo nella prospettiva specifica dell’alterazione dello stato nutrizionale dipendente dalla funzione di tutto il sistema ormonale.

 

Risultati di apprendimento previsti

 

In ragione dell'analisi affrontata ci si attende che lo studente raggiunga:

 

- Conoscenza e capacità di comprensione: Capacità di comprendere la complessità del sistema endocrino nel controllo dell'alimentazione, della fame e della sazietà, l'attuale classificazione dei disturbi del comportamento alimentare ed i percorsi diagnostici oggi disponibili (interpretazione delle fonti).

 

- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Capacità di rintracciare, tra le conoscenze della neuroendocrinologia e della fisiopatologia dei disturbi del comportamento alimentare quelle idonee a fornire allo specialista la corretta interpretazione della problematica alimentare di un paziente, al fine di individuare l'approccio più adeguato.

 

- Autonomia di giudizio: acquisizione di un metodo che consenta di orientarsi nella ricerca degli strumenti più consoni ad affrontare temi e problemi, anche se non affrontati in precedenza, in ragione della padronanza delle cognizioni tecniche di base e della professionalità che il nutrizionista deve garantire.

 

 

Abilità di comunicare: lo studente sarà in grado alla fine del corso di saper analizzare i principali quesiti relativi alle problematiche nutrizionali e ai disturbi del comportamento alimentare e sarà in grado di esprimere e saper trasmettere i principali meccanismi di regolazione del controllo ormonale, alla base di un corretto comportamento alimentare.

Capacità di apprendimento: allo studente vengono trasmesse le motivazioni ed i metodi per progredire a livelli di conoscenza sempre più avanzati nell'ambito della biochimica della nutrizione e applicata mediante lo sviluppo di una adeguata autonomia operativa.

 

 

 

PROGRAMMA DEL CORSO

________________________________________________________________________________

 

 

 

Il corso di suddivide in 2 moduli: il primo modulo è relativo ai meccanismi fondamentali del controllo ormonale (asse ipotalamo ipofisario; controllo ormonale del metabolismo glucidico e lipidico; insulina e glucagone; ormoni della tiroide; metabolismo del calcio ed ormoni relativi; meccanismi di deposizione e riassorbimento osseo e loro controllo ormonale; ormoni surrenalici: catecolamine e corticosteroidei; ormoni sessuali); Il secondo modulo è relativo alla conoscenza della nutrizione a livello psichico e neuroormonale, e in particolare ai principali disturbi del comportamento alimentare

 

Programma del corso:

 

Modulo MED 13

 

Introduzione al corso; Ghiandole endocrine, Metabolismo del glucosio; Omeostasi del glucosio; Sistema incretinico; Controllo ormonale dell'esercizio fisico; Doping ormonale;

 

 Modulo M-PSI/01

 

Neuroendocrinologia della nutrizione; Leptina e asse riproduttivo; Obesità; Diabete mellito; Sindrome metabolica; Disturbi del Comportamento Alimentare  (Introduzione – Problematiche aperte – Clinica – Complicanze fisiche – alterazioni Neuroendocrine nell’anoressia nervosa – Percorsi diagnostici – Approccio al paziente – Nuovi criteri diagnostici;  Salute dell'osso nell'AN

 

 

 

Testi consigliati

 

MANUALE DI ENDOCRINOLOGIA
F. Lombardo - A. Lenzi
Edizione I 2017

casa editrice: EdiSES

URL: http://www.edises.it/universitario/manuale-di-endocrinologia.html

Manuale per lo studio del sistema endocrino e delle sue patologie.
 

Il testo è articolato in 13 sezioni, ciascuna dedicata a una specifica ghiandola o a un determinato processo endocrino.
Di ogni ghiandola endocrina sono analizzate l'embriologia, l'anatomia, la fisiologia e le patologie che possono interessarla.

 

 

 

 

 

 

 

MODALITà di esame, prerequisiti, esami propedeutici

________________________________________________________________________________

Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente

le modalità di accertamento dei risultati attraverso le quali verranno valutate le conoscenze acquisite dagli studenti che hanno preso parte al corso di studi saranno le seguenti: 1) stesura di un elaborato di approfondimento su un argomento a scelta tra quelli presenti nel programma di studio; 2) esame scritto con domande aperte e/o risposte multiple o esame orale

Modalità di esame

Lo studente dopo aver seguito interamente il corso (audio, videolezioni e articoli scientifici) potrà sostenere l’esame in forma scritta con domande aperte e/o a risposta multipla o esame orale.

 

 

Propedeuticità

Non sono previste propedeuticità.

 

 

Prerequisiti: nessuno

 

 

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

________________________________________________________________________________

 

 

Attività didattiche previste

 

 

Attività didattica erogativa (35 ore):

 

Attività didattica interattiva (9 ore):

 

  • 2 ore di chat tematica svolta il 18 settembre 2018
  • 2 ore di forum tematico svolta il 25 settembre 2018
  • N. 11 quiz da 30 minuti ciascuno composti da 10 domande a risposta multipla sul programma di esame (5 ore e 30 minuti)
  • Seminari in presenza sull’analisi di un articolo scientifico (Data e ora di ogni seminario saranno comunicate dal docente con largo anticipo tramite forum)

 

L'articolazione tra DE e DI per ciascuno modulo è ripartita coerentemente con gli obiettivi formativi del modulo stesso.

 

 

 

 

Ricevimento studenti:

Tutti i giorni in sede a Roma programmando un appuntamento.

 

 

Richiedi informazioni sul corso:
Magistrale - Scienze della Nutrizione Umana indirizzo Nutrizione

CONSENSO DELL’INTERESSATO AI SENSI DELL’ ART. 7, 8 E 9 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679


Ricevuta l’informativa prevista ai sensi e per gli effetti dell’artt. 13 e 14 del Regolamento UE 679/2016: