ACCEDI AI CORSI
Accedi

Magistrale - Scienze della Nutrizione Umana indirizzo Nutrizione

ACCESSO

Per l'accesso alla laurea magistrale LM61 gli studenti dovranno dimostrare di possedere i requisiti curriculari (laurea triennale o altro titolo di studio equipollente anche conseguito all'estero, riconosciuto idoneo ai sensi delle leggi vigenti) e le competenze necessarie all’accesso che sono definite dal regolamento del corso di studio. In particolare, per l'accesso diretto al Corso di Studio, occorrerà aver conseguito nel corso del proprio curriculum accademico:

  • almeno 20 CFU nell'Area Biologica, Biochimica e Medico Clinica;
  • almeno 20 CFU nell'Area Giuridica, Economica e Matematico Statistica
  • almeno 20 CFU nell'Area Tecnologia sicurezza e chimica degli alimenti

È inoltre richiesto un livello B1 di Inglese.

Un'apposita Commissione effettuerà una valutazione dei titoli e delibererà se le competenze necessarie siano possedute ai fini dell’iscrizione. Nel caso le competenze siano da recuperare l’Ateneo organizzerà delle attività compensative di recupero che dovranno essere acquisite prima dell’iscrizione al corso di studi.

La verifica delle stesse avverrà tramite un test/colloquio in forma scritta o orale prima dell’iscrizione. In caso di esito positivo lo studente potrà iscriversi al corso di studi

Il richiedente è tenuto a compilare il modulo per l'ammissione al Corso e ad inviarlo al seguente indirizzo di posta elettronica: accessisnu@uniroma5.it

 

OBIETTIVI FORMATIVI

Il Corso di Laurea in Scienze della Nutrizione Umana offre insegnamenti selezionati per l’inserimento professionale del laureato e finalizzati ad un elevato livello di approfondimento delle basi conoscitive già maturate. Le materie di studio si integrano in un’ottica multidisciplinare al fine di offrire un percorso formativo che abbracci le tematiche inerenti la nutrizione in tutte le sue sfaccettature.

Nell'ambito delle discipline biomediche, i laureati magistrali di questa classe dovranno possedere conoscenze specifiche e approfondite su:

  • i principali parametri della Biochimica e della Biochimica e Biologia Molecolare Clinica collegati con il fabbisogno e il metabolismo dei nutrienti e dei non nutrienti fisiologicamente attivi, nonché utili per la valutazione dello stato nutrizionale
  • l’organizzazione cellulare e la classificazione degli organismi viventi (anche sulla base delle teorie evolutive)
  • la relazione fra nutrienti e modulazione dell'assetto genico e del proteoma, nonché gli effetti sul metabolismo cellulare di inquinanti industriali e additivi alimentari
  • la relazione fra gli alimenti e i microrganismi che in essi si sviluppano, sia dal punto di vista della loro conservazione che come veicolo di patologie e intossicazioni.

Nell'ambito delle discipline della nutrizione umana, i laureati magistrali dovranno conoscere:

  • le tecniche di valutazione dello stato nutrizionale, i concetti di dieta bilanciata e di fabbisogno nutrizionale, anche in relazione alle diverse età e condizioni dell'organismo, gli effetti metabolici delle diete ipocaloriche più diffuse,
  • il meccanismo d'azione e l'interazione dei farmaci con i nutrienti, l'azione degli integratori alimentari e dei nutraceutici, la regolazione endocrina del metabolismo, l'impatto delle malattie legate alla malnutrizione in eccesso o in difetto sulla Sanità Pubblica,
  • gli aspetti fisio-patologici dell’apparato digerente, il ruolo che esso svolge nello sviluppo delle intolleranze alimentari e la sua correlazione con le patologie e il sistema immunitario umano in quanto ospite di microrganismi probiotici.

Nell'area tecnologica e della gestione agroalimentare, i laureati dovranno conoscere:

  • la composizione degli alimenti, nonché le tecniche più avanzate per la lavorazione e la conservazione del cibo, oltre agli eventi di trasformazione chimica indotti dalla sua cottura,
  • le più comuni strumentazioni per le analisi di laboratorio e i principi su cui si basano le relative tecniche, le malattie da microrganismi trasmesse dagli animali domestici e dal terreno e causate dalle loro tossine diffuse nelle derrate alimentari,
  • le principali norme giuridiche che regolano la circolazione delle derrate a livello nazionale e comunitario.

Inoltre  i laureati magistrali dovranno conoscere:

  • l’effetto delle carenze vitaminiche sul sistema nervoso centrale e l'aspetto psicologico e psichiatrico dei disturbi del comportamento alimentare
  • le principali patologie correlate ai disturbi nutrizionali, come la malattia celiaca, la sindrome metabolica e i deficit nutrizionali
  • le nuove tecniche di Chirurgia dell'obesità e della malnutrizione conseguente ad alcuni interventi chirurgici
  • le problematiche economiche e gestionali riguardanti la sfera produttiva e il marketing delle produzioni agro-alimentari
  • la fisiologia ed interazione ambientale delle piante, in particolare di quelle di interesse alimentare
  • l'anatomia dell'apparato gastroenterico, la sua regolazione endocrina, e le sue malformazioni collegate a patologie
  • il laureato magistrale dovrà inoltre essere in grado di applicare i principali test statistici per l'elaborazione dei dati risultato di analisi cliniche o della ricerca epidemiologica.
< Indietro

Basi biologiche e molecolari del benessere della persona

Settore scientifico disciplinare Numero crediti formativi (CFU) Docenti
BIO/10, MED/07 4 Prof. Sara Baldelli
Prof. Dolores Limongi

Il corso di BASI BIOLOGICHE E MOLECOLARI DEL BENESSERE DELLA PERSONA si propone di fornire conoscenze avanzate e formare capacità professionali adeguate allo svolgimento di attività finalizzate alla corretta applicazione dell’alimentazione, della microbiologia nell’ambito delle differenti attività fisiche. Inoltre, il corso ha l'obiettivo far acquisire allo studente la conoscenza dei componenti molecolari nutrizionali degli alimenti in relazione all’attività sportiva e la conoscenza della struttura, crescita e fisiologia di batteri,virus funghi e protozoi. Tali conoscenze permetteranno allo studenti di comprendere:

  1. le relazioni causali tra la malnutrizione (sottonutrizione e sovra nutrizione) e i problemi relativi alla salute umana;
  2. il razionale delle raccomandazioni nutrizionali in relazione alle differenti attività sportive; 
  3. i principali patogeni per l’uomo e i meccanismi d’azione dei farmaci antimicrobici ed i vaccini

Gli studenti, alla fine del corso, apprenderanno conoscenze relative a:

  • le proprietà degli alimenti e dei loro  componenti, modificazioni degli alimenti in funzione dei processi tecnologici e studio dei fattori che ne regolano la biodisponibilità;
  • principi biochimici e fisiologici della  digestione e dell’assorbimento e loro effetti fisiologici e patologici con particolare riferimento alla malnutrizione per eccesso e per difetto;
  • influenza degli alimenti sul benessere, sulla prevenzione delle malattie e sull’attività sportive.
  • la comprensione dei concetti e dei principi fondamentali della Microbiologia.

Programma:

BIO/10 Principali costituenti degli alimenti: acqua, sali minerali, lipidi, glucidi, proteine e vitamine; generalità, funzioni, proprietà nutrizionali in relazione all’attività sportiva.

  • Composizione chimica e valore nutritivo degli alimenti di origine animale: carne, prodotti ittici, latte e derivati, uova, cereali, tuberi e sostanze alcoliche.
  • Catabolismo glicidico, digestione e assorbimento dei carboidrati. La glicolisi. Glicogenolisi. Regolazione della glicolisi e della glicogenolisi. Il ciclo dei pentosofosfati e ciclo dell’acido citrico. La fosforilazione ossidativa.
  • Catabolismo lipidico, digestione e assorbimento dei lipidi. Lipolisi. Ciclo dell’urea e sua regolazione. Catabolismo della parte carboniosa degli aminoacidi.
  • Gluconeogenesi e glicogenosintesi e loro regolazione.
  • Struttura e funzione delle proteine. Metabolismo degli amminoacidi.

MED/07 Introduzione alla Microbiologia: elementi di storia della Microbiologia. Le più importanti scoperte in campo microbiologico.

  • Microrganismi procarioti ed eucarioti.
  • Struttura della cellula procariotica: caratteri generali, materiale genetico, citoplasma ed inclusioni citoplasmatiche, ribosomi batterici, membrana plasmatica, involucri cellulari.
  • I batteri. La parete cellulare dei batteri: struttura e funzioni. Struttura del peptidoglicano. Parete della cellula batterica e colorazione di Gram. Parete cellulare dei batteriacido-resistenti. Involucri esterni dei batteri Gram/-. Il lipopolisaccaride . Strutture della superficie cellulare dei batteri: fimbrie e pili; capsule e strati mucosi; i flagelli e movimento della cellula batterica. La chemiotassi nei batteri. Riproduzione dei batteri: divisione cellulare. Spore batteriche. Genetica batterica. Il DNA batterico. La plasticità del genoma batterico (plasmidi, sequenze di inserzione, trasposoni, elementi invertibili,mutazioni). Il trasferimento intercellulare del materiale genetico (trasformazione, trasduzione, coniugazione). Le tossine. Meccanismi di patogenicità delle endotossine. Principali batteri patogeni per l’uomo.Stafilococchi, Streptococchi, Micobatteri, Enterobatteri, Clostridi. Farmaci Antibatterici. Antibiogramma e MIC. Sterilizzazione e disinfezione. Patogenesi batterica
  • I virus. Classificazione dei virus. Fasi del ciclo replicativo virale. Strategie e meccanismi di replicazione delle diverse classi di virus RNA e DNA. Il ciclo replicativo dei retrovirus. Gli Interferoni e loro meccanismo d’azione. Panoramica dei principali virus animali: Herpesvirus, Orthomixovirus, Picornavirus, Retrovirus, virus epatitici, Papillomavirus. I farmaci antivirali.
  • I vaccini. Immunità Innataimmunità adattativa.
  • Elementi di micologia. Struttura della cellulafungina. Modalità di riproduzione. Miceti lievitiformi: Candida albicans. Elementi di protozoologia. Caratteri morfologici.Modalità di riproduzione. Meccanismo dell’azione patogena. Principali protozoidi interesse medico: Plasmodi.

Testi consigliati:

Testi consigliati dal docente per consultazione, approfondimento e studio dei contenuti previsti dal programma dell'insegnamento.

  • CABRAS P., MARTELLI A. "Chimica degli alimenti", Piccin, Padova.
  • CAPPELLI P., VANNUCCHI V. "Chimica degli alimenti. Conservazione e trasformazione", Zanichelli, Bologna.
  • COZZANI I., DAINESE E. "Biochimica degli alimenti e della nutrizione", Piccin, Padova.
  • MURRAY P.R., ROSENTHAL K.S., KOBAYASHI G.S., PFALLER M.A. “Microbiologia”, Edises editore.
  • LA PLACA M. "Principi di Microbiologia Medica", Esculapio Editore.

Risultati di apprendimento attesi:

Il laureato magistrale in Scienze delle attività motorie preventive e adattate deve acquisire e saper utilizzare le competenze specifiche di seguito elencate e raggruppate in classi funzionali rispetto ai principali obiettivi specifici del corso: Conoscenza della fisiologia della nutrizione, alimentazione e nutrizione umana; Conoscenza approfondita degli aspetti fisiologici-funzionali dei processi che consentono di modificare ed utilizzare la materia alimentare e dei meccanismi della regolazione dell'alimentazione; Conoscenza dei principali metodi di valutazione dello stato di nutrizione, dei bisogni di energia e nutrienti nelle varie età e condizioni fisiologiche; Conoscenza delle caratteristiche nutrizionali degli alimenti in base all'origine, alla composizione in principi alimentari e/o nutrienti, alle funzioni; Conoscenze di biochimica della nutrizione, e biochimica clinica della nutrizione: Conoscenza approfondita delle proprietà dei nutrienti e dei non nutrienti presenti negli alimenti, dei processi metabolici a carico dei nutrienti e degli effetti dovuti alla malnutrizione per eccesso e per difetto. Inoltre L’obiettivo di questo corso è fornire agli studenti le conoscenze di base e la comprensione dei concetti e dei principi fondamentali della Microbiologia. In particolare, offrire allo studente una conoscenza approfondita della struttura e della crescita, della fisiologia, della genetica e del comportamento di batteri, virus, funghi e protozoi. Far conoscere agli studenti i principali patogeni per l’uomo, il meccanismo d’azione dei farmaci antimicrobici ed i vaccini. Le conoscenze sopra elencate sono conseguite dagli studenti attraverso lo studio di lezioni e/o videolezioni e sono verificate a mezzo di prove orali e/o scritte secondo le modalità specificate nel regolamento didattico del corso di laurea.

Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente:

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene secondo una logica temporale che prevede monitoraggio e verifica degli apprendimenti dello studente in ingresso all'insegnamento, in itinere ed al termine dello svolgimento di tutte attività formative previste dall' insegnamento. Il sistema di verifica comprende gli strumenti di controllo automatizzato dell'attività dello studente predisposti in piattaforma, le specifiche valutazioni del docente, la prova d'esame.

Gli indicatori per la verifica degli apprendimenti riguardano:

  • Accesso e frequenza alle lezioni dell'insegnamento ed a tutti contenuti dei moduli
  • Accesso alle attività specifiche previste dei moduli e svolgimento delle stesse come previsto dal docente ed espresso nei moduli.

La valutazione delle singole attività (qualora il modulo ne preveda più di una) viene effettuata applicando i principi di: tempestività della consegna, pertinenza rispetto alle consegne assegnate, completezza ed esaustività, correttezza sia del contenuto sia formale, non solo per ciò che concerne i testi ma anche – ove previsti – per gli elementi multimediali ed originalità degli argomenti trattati e capacità di rielaborazione personale.

Per le attività di discussione/approfondimento collaborativo gli interventi testuali e non testuali dello studente verranno valutati i seguenti aspetti: chiarezza: l'intervento è chiaro e lascia emergere in maniera immediata ed efficace l’argomentazione principale, elementi a sostegno della propria tesi: le argomentazioni presentate sono supportate da una solida base teorica e da citazioni corrette, organizzazione: l'intervento è ben organizzato, le idee sono esposte con ordine e si susseguono in maniera intuitiva ed efficace; formattazione: i testi contengono contiene pochi/molti errori grammaticali o refusi e sono formattati; efficacia: nel complesso l'intervento è efficace e convincente e dimostra padronanza del tema trattato.

 Le prove di verifica degli apprendimenti all'interno dei singoli moduli saranno proposte in relazione agli obiettivi di apprendimento ed articolate tra le seguenti attività: testing, riflessione con elaborazione o rielaborazione di contenuti, problem solving, progettazione di attività, ricerca e da ultime riflessione sul proprio apprendimento mirati al raggiungimento della padronanza dei contenuti dell'insegnamento e di autonomia critica e di giudizio della disciplina.

Come si svolge l’esame

Le modalità di accertamento dei risultati attraverso le quali verranno valutate le conoscenze acquisite dagli studenti che hanno preso parte al corso di studi saranno le seguenti:

  1. stesura di una tesina riguardante un argomento a scelta tra quelli presenti nel programma di studio, debitamente organizzata con il docente; 
  2. esame scritto con domande aperte o esame orale.

Richiedi informazioni sul corso:
Magistrale - Scienze della Nutrizione Umana indirizzo Nutrizione

CONSENSO DELL’INTERESSATO AI SENSI DELL’ ART. 7, 8 E 9 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679


Ricevuta l’informativa prevista ai sensi e per gli effetti dell’artt. 13 e 14 del Regolamento UE 679/2016: