OBIETTIVI FORMATIVI

Il Corso di Studi in Scienze dell'Alimentazione e Gastronomia, classe L26, ha come obiettivo primario la formazione culturale, scientifica ed applicativa di figure professionali qualificate nel settore agroalimentare e gastronomico, con particolare attenzione a settori specifici in forte crescita che prevedono numerosi sbocchi occupazionali.

Gli obiettivi primari del Corso di Studio, e specifici per la formazione della figura professionale prevista in unscita dal Corso, saranno raggiunti attraverso insegnamenti ed attività pratiche di tirocinio curricolare articolate come segue:

  • insegnamenti afferenti all'area delle discipline di base (Fondamenti di matematica statistica, Informatica, Fisica, Chimica e Biochimica, Biologia e botanica sistematica, Genetica agraria, Fondamenti di fisiologia e anatomia), che daranno le nozioni fondamentali sulle scienze sperimentali e di calcolo necessarie a normalizzare discenti provenienti da varie esperienze formative pregresse.
  • Insegnamenti afferenti all'area delle discipline delle tecnologie alimentari (Ingegneria agraria, Produzioni animali, Produzioni vegetali, Scienza e tecnologia degli alimenti, Gastronomia italiana, Gastronomia internazionale, Tecniche di degustazione e critica gastronomica ed Estetica gastronomica) che introdurranno più specificamente il discente alla conoscenza dei processi industriali e gastronomici di modificazione e distribuzione degli alimenti.
  • Insegnamenti afferenti all'area delle discipline della sicurezza e della valutazione degli alimenti (Scienza della nutrizione umana, Merceologia degli alimenti, Igiene e microbiologia degli alimentie Sicurezza alimentare e controllo qualità) che forniranno le nozioni necessarie all'analisi dei componenti alimentari, soprattutto quelli di rilevanza nutrizionale per l'uomo, nonché dei processi che ne garantiscono la conservazione e l'arrivo alla tavola in condizioni di sicurezza igienica e d'integrità del loro valore nutrizionale.
  • Insegnamenti afferenti all'area delle discipline economiche e giuridiche (Fondamenti di economia e marketinge Diritto commerciale ed agroalimentare) che inseriranno il discente nel contesto socio-economico dell'obiettivo formativo, con le sue norme e le sue regole.

Ciascuna di queste aree contribuirà alla formazione della figura professionale prevista dal Corso di Studio riconducibile in generale all'Esperto di Alimentazione e Gastronomia sebbene declinato nei suoi diversi ambiti applicativi. Infine, il Tirocinio pratico curricolare e l'esame finale concluderanno il percorso formativo dello studente.
Quale ulteriore dettaglio, si riporta che il Corso di Studio pone allo studente i seguenti obiettivi specifici:

  • possedere un'adeguata conoscenza di base nei settori della matematica, fisica, informatica, chimica, biologia, orientate agli aspetti applicativi;
  • possedere conoscenze e competenze, anche operative, in uno o più ambiti che riguardano il settore agrario (con particolare riferimento agli aspetti quantitativi delle produzioni, qualitativi e igienico-sanitari), agroalimentare (con particolare riferimento alla tecnologia e al controllo della qualità e dell'igiene degli alimenti freschi e trasformati, alla gestione delle imprese di produzione, conservazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti vegetali ed animali);
  • conoscere gli apparati documentali delle fonti della ricerca scientifica e della letteratura scientifica, nazionale ed internazionale;
  • conoscere le metodiche disciplinari di indagine ed essere in grado di finalizzarle alla soluzione dei molteplici problemi applicativi del settore agroalimentare;
  • sviluppare le capacità e possedere gli strumenti metodologici per l'aggiornamento continuo delle proprie conoscenze;
  • conoscere i contesti aziendali ed i relativi aspetti economici, gestionali ed organizzativi propri del settore agrario ed agroalimentare;
  • conoscere le responsabilità professionali ed etiche proprie della figura professionale del Corso di Studio;
  • possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione;
  • essere in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza nonché per lo scambio di informazioni generali;
  • essere capace di lavorare in gruppo, di operare con definiti gradi di autonomia e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro.

Inoltre, attraverso le attività di tirocinio, il Corso di Studio ha come ulteriore obiettivo specifico quello di far condurre allo studente attività specifiche ed esperienze formative all'interno del mondo lavorativo al fine di sviluppare competenze di analisi e rielaborazione personale di pratiche, sistemi e contenuti relativi ad argomenti dell'alimentazione e della gastronomia. Tale obiettivo professionalizzante, focalizzato sulle figura professionale di riferimento del Corso di Studio, mira a personalizzare e completare il percorso formativo del singolo studente.

 

RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI

Area delle discpline di Base

Conoscenza e comprensione

Attraverso gli insegnamenti afferenti a quest’area disciplinare lo studente in Scienze dell'Alimentazione e Gastronomia acquisirà conoscenze specifiche inerenti: la matematica, la fisica, la chimica e la biologia. Nel dettaglio, i risultati di apprendimento attesi sono:
- comprensione dei diversi insiemi numerici, delle funzioni elementari e complesse, e degli strumenti base della statistica descrittiva;
- comprensione del funzionamento dei moderni computer e dei più comuni software applicativi;
- comprensione dei principi fondamentali della fisica classica, della meccanica, della termodinamica e dei concetti di base dell’elettrostatica;
- conoscenza del linguaggio, dei concetti e dei modelli della chimica generale;
- conoscenza delle strutture chimiche, della stechiometria e della reattività dei composti organici e biochimici;
- conoscenza dei processi chimici che avvengono durante la produzione, trasformazione e conservazione dei prodotti alimentari;
- comprensione del funzionamento di base delle cellule animali e vegetali;
- conoscenza dell'inquadramento tassonomico dei principali gruppi e delle piante di interesse alimentare;
- comprensione dei meccanismi cellulari e delle funzioni integrate dei principali organi ed apparati dell’organismo umano;
- conoscenza degli elementi di base della lingua inglese, nelle dimensioni dell'ascolto, comprensione, produzione scritta;
- conoscenza dei momenti fondamentali della storia della gastronomia in considerazione delle fonti artistiche, letterarie e storiche.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Attraverso gli insegnamenti afferenti a quest’area disciplinare lo studente in Scienze dell'Alimentazione e Gastronomia acquisirà le capacità di:
- operare nei diversi insiemi numerici;
- utilizzare gli indicatori di posizione e di variabilità per descrivere un insieme di dati;
- utilizzare le leggi fisiche nella soluzione di problemi reali;
- utilizzare pienamente il calcolatore per comunicare efficacemente delle informazioni, svolgere delle elaborazioni di dati nonché impostare data base per la raccolta e l’archiviazione di dati e fonti;
- conoscere la composizione chimica e biochimica delle materie prime e valutare la loro modificazione nel corso del processo produttivo;
- conoscere il funzionamento delle cellule animali e vegetali al fine di applicare le migliori e più innovative tecniche di controllo degli alimenti;
- valutare i parametri quantitativi delle funzioni corporee e delle loro variazioni nelle diverse condizioni;
- utilizzare i linguaggi specifici di ciascuna disciplina;
- leggere e comprendere la letteratura scientifica internazionale.

Area disciplinare delle Teconologie Alimentari

Conoscenza e comprensione

Attraverso gli insegnamenti afferenti a quest’area disciplinare lo studente in Scienze dell'Alimentazione e Gastronomia acquisirà conoscenze specifiche relative alla produzione di alimenti di origine vegetale e animale nonché ai principali processi tecnologi di trasformazione, con particolare riferimento a tematiche attuali quali: il benessere animale, le produzioni biologiche nonché, più in generale, la sicurezza degli alimenti. Nel dettaglio, i risultati di apprendimento attesi sono:
- conoscenza delle macchine, delle tecnologie e delle procedure tipiche delle produzioni zootecniche ed agroalimentari;
- conoscenza degli elementi di ingegneria agraria per la gestione e il controllo dei dispositivi, degli impianti, delle macchine e dei cicli di lavorazione;
- conoscenza dei processi di produzione degli alimenti di origine animale, come latte, carne e uova;
- conoscenza dell'anatomia, della fisiologia dei vegetali e delle principali tecniche colturali;
- conoscenza delle operazioni unitarie alla base dei processi di trasformazione delle materie prime;
- conoscenza di elementi di igiene degli alimenti al fine di garantire la sicurezza dei prodotti alimentari.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Attraverso gli insegnamenti afferenti a quest’area disciplinare e alle esperienze di laboratorio previste, lo studente in Scienze dell'Alimentazione e Gastronomia acquisirà conoscenze che applicherà nella gestione dei processi produttivi al fine di ottenere prodotti alimentari idonei al consumo umano. Nel dettaglio, lo studente avrà la capacità di:
- controllare i cicli produttivi predisponendo sistemi di monitoraggio, verifica e controllo, miglioramento delle varie fasi produttive;
- valutare la sostenibilità delle produzioni animali e vegetali;
- riconoscere le funzioni economiche delle principali specie foraggere, oleifere e orticole;
- elaborare i dati d’impresa per sviluppare e migliorare le produzioni (animali e vegetali) delle aziende agricole;
- applicare i protocolli che garantiscano l'igiene delle produzioni alimentari.

Area disciplinare della Valutazione e Sicurezza degli alimenti

Conoscenza e comprensione

Attraverso gli insegnamenti afferenti a quest’area disciplinare lo studente in Scienze dell'Alimentazione e Gastronomia acquisirà conoscenze specifiche relative alla qualità e alla sicurezza delle materie prime, dei prodotti finiti e alle caratteristiche che gli alimenti devono avere affinché possano essere consumati dall’uomo. Nel dettaglio, i risultati di apprendimento attesi sono:
- conoscenza e comprensione dei principali processi di trasformazione dell'industria alimentare e delle interazioni che sussistono tra il processo produttivo e la qualità e sicurezza del prodotto alimentare, anche da un punto di vista nutrizionale;
- conoscenza e comprensione dei processi che garantiscono la conservazione dei prodotti agro-alimentari in termini di sicurezza igienica e integrità del valore nutrizionale;
- conoscenza dei principali agenti di alterazione delle materie prime;
- conoscenza delle tecniche di monitoraggio, di difesa e lotta nei confronti degli agenti che possono alterare le materie prime;
- conoscenza dei principali microrganismi e del loro ruolo nell'ambito della sicurezza igienico-sanitaria degli alimenti;
- conoscenza delle procedure necessarie a garantire il controllo igienico sanitario della produzione degli alimenti;
- conoscenza delle metodologie delle analisi di base degli alimenti e delle materie prime;
- conoscenza di elementi di nutrizione umana.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Attraverso gli insegnamenti afferenti a quest’area disciplinare lo studente in Scienze dell’Alimentazione e Gastronomia acquisirà conoscenze specifiche che applicherà nella gestione dei processi produttivi al fine di poter garantire la sicurezza e la qualità dei prodotti alimentari. Nel dettaglio, lo studente avrà la capacità di:
- monitorare la qualità dei prodotti alimentari con particolare attenzione alle caratteristiche nutrizionali e alle possibili fonti di contaminazione (allergeni, microorganismi, ecc.);
- applicare il sistema HACCP verificando i livelli di rischio delle varie fasi di lavorazione e predisponendo gli eventuali correttivi;
- effettuare le analisi di base atte a caratterizzare un alimento e a garantirne sicurezza e qualità;
- assicurare la gestione di un laboratorio di analisi rispettando i vincoli di legge e le norme di sicurezza vigenti;
- garantire la qualità nei sistemi di distribuzione degli alimenti;
- valutare le problematiche legate alla preparazione del cibo a livello artigianale e industriale;
- valutare le problematiche legate al consumo del cibo in termini di prevenzione della salute.

Area delle dscipline Economico-Giuridiche

Conoscenza e comprensione

Attraverso gli insegnamenti afferenti a quest’area disciplinare lo studente in Scienze dell'Alimentazione e Gastronomia acquisirà conoscenze specifiche relative alle principali teorie economiche: dell’offerta, della domanda, della produzione e degli scambi commerciali. Inoltre, acquisirà anche la conoscenza e la capacità di interpretazione le principali norme di legge in campo alimentare nonché concetti e metodi relativi alla qualità nelle imprese agroalimentari. Nel dettaglio, gli obiettivi di apprendimento attesi sono:
- conoscenza e comprensione dei concetti e delle nozioni di base relativi all'economia;
- conoscenza e comprensione dei concetti e delle nozioni di base del marketing e del ruolo e funzione del marketing all’interno dell’impresa;
- conoscenza dei criteri che regolano le scelte aziendali inerenti la commercializzazione dei prodotti;
- conoscenza della normativa nazionale ed internazionale che regola la commercializzazione e la somministrazione degli alimenti;
- conoscenza e comprensione dei concetti e delle teorie di base sulla comunicazione gastronomica e nutrizionale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Attraverso gli insegnamenti afferenti a quest’area disciplinare lo studente in Scienze dell'Alimentazione e Gastronomia acquisirà conoscenze che applicherà nella gestione economica-legislativa dell’industria alimentare o nell’ambito della ristorazione. Nel dettaglio, lo studente avrà la capacità di:
- effettuare attività di analisi dell'efficienza della piccola e grande distribuzione;
- utilizzare gli indicatori del rapporto qualità/prezzo;
- organizzare attività di stampo comunicativo/informativo/commerciale nelle aree della gastronomia, del Food and Bevarage e dell'enogastronomia;
- gestire il marketing di un'azienda alimentare;
- selezionare i prodotti alimentari valorizzandone il rapporto prezzo/qualità;
- reperire, consultare, interpretare ed applicare la normativa nazionale ed internazionale legata alla produzione e somministrazione degli alimenti;
- utilizzare tecniche comunicative efficaci nell'area della nutrizione e della gastronomia.

Area disciplinare dell'Alimentazione e della Gastronomia

Conoscenza e comprensione

Attraverso gli insegnamenti afferenti a quest’area disciplinare lo studente acquisirà conoscenze specifiche relative ai metodi di indagine propri dell’alimentazione e della gastronomia. Nel dettaglio, i risultati di apprendimento attesi sono:
- conoscenza dei valori sociali, culturali e simbolici attribuiti al cibo nei diversi periodi storici;
- conoscenza delle basi dell'estetica e delle sue applicazioni nel campo dei modelli di consumo e di valorizzazione del gusto;
- conoscenza dei principali elementi che caratterizzano le tradizioni eno-gastronomiche nel mondo;
- conoscenza delle strategie di comunicazione nella valorizzazione delle risorse eno-gastronomiche;
- conoscenza dell'analisi sensoriale impiegata per valutare la qualità organolettica dei prodotti alimentari.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Attraverso gli insegnamenti afferenti a quest’area disciplinare lo studente in Scienze dell’Alimentazione e Gastronomia acquisirà conoscenze specifiche che applicherà nelle attività di progettazione, definizione e promozione di piani di sviluppo relativi al mondo dell’alimentazione, della gastronomia, della ristorazione e dei relativi segmenti di mercato. Nel dettaglio, lo studente avrà la capacità di:
- analizzare le preparazioni degli alimenti mettendone in evidenza le proprietà sensoriali e i riferimenti culturali;
- affrontare le problematiche del consumo del cibo attraverso il gusto;
- analizzare le tradizioni gastronomiche internazionali al fine di decodificarne i fattori da cui dipendono e gli elementi che le caratterizzano;
- effettuare una valutazione estetica della qualità del cibo e del rapporto tra cibo e arte.

 

AUTONOMIA DI GIUDIZIO

Al termine degli studi il laureato avrà un'autonomia di giudizio in relazione alla valutazione, interpretazione e rielaborazione dei dati, che gli permetterà di acquisire le informazioni necessarie, e di valutarne le implicazioni in un contesto alimentare, produttivo e di mercato, al fine di attuare interventi atti a migliorare la qualità della produzioni alimentari e di ogni altra attività ad esse connessa.
Lo sviluppo di capacità critiche e di giudizio sarà raggiunto grazie agli insegnamenti forniti e all'insieme di attività didattiche e formative previste dall'offerta formativa.

ABILITA' COMUNICATIVE

Il laureato sarà in grado di comunicare efficacemente, oralmente e per iscritto, con persone di pari o inferiori competenze, anche utilizzando, nell'ambito disciplinare specifico, una lingua dell'Unione Europea diversa dalla propria, di norma l'Inglese.
Il confronto sistematico con i docenti, sia on-line sia in presenza, e con altri soggetti con cui il laureato sarà chiamato ad interagire durante il suo percorso di studi, quali tutor universitari ed aziendali, professionisti ed operatori economici, sarà il mezzo attraverso il quale la capacità comunicativa dello studente si formerà e consoliderà.
Inoltre, l'utilizzo della piattaforma tecnologica, offrirà delle opportunità aggiuntive per sviluppare ulteriormente delle competenze comunicative di carattere trasversale.

CAPACITA' DI APPRENDIMENTO
Lo studente dovrà dimostrare di essere in grado di approfondire e aggiornare le competenze acquisite, sulla base del modello life long learning, utilizzando il materiale bibliografico e le banche dati on line dell'Ateneo.
La capacità di autonomia nell'apprendimento sarà verificata e potenziata attraverso l'interazione tra studente e docente, studente e tutor, e tra studenti che potranno confrontarsi utilizzando appositi forum, sessioni sincrone ed eventualmente anche in presenza.

Per maggiori dettagli, si rimanda alla SCHEDA UNICA ANNUALE (SUA) DEL Corso di Studio, consultabile via web su Universitaly.